• Video
  • martedì 24 Novembre 2020

Intervista al direttore sanitario dell’azienda sanitaria dell’Alto Adige

Pierpaolo Bertoli ci ha raccontato come e perché è stato organizzato il test di massa

 

Venerdì 20 novembre è stato il primo giorno del test di massa contro il coronavirus organizzato dalla provincia autonoma di Bolzano. Abbiamo intervistato Pierpaolo Bertoli, direttore sanitario dell’azienda sanitaria dell’Alto Adige. L’obiettivo della campagna di screening è trovare tutti i positivi asintomatici e isolarli. Da venerdì a domenica sono stati trovati 3.185 positivi, lo 0,9% delle 343.227 persone che hanno partecipato alla campagna. In totale, gli abitanti della provincia autonoma di Bolzano sono 530mila. Diecimila erano già in isolamento e oltre 21mila hanno già contratto il virus, ufficialmente. Bertoli ci ha raccontato la situazione in Alto Adige, ancora in zona rossa, le aspettative per questo esteso monitoraggio, soprattutto la necessità di non abbassare l’attenzione nell’applicare le misure di prevenzione. Solo nella prima settimana di dicembre si potrà capire se questo ambizioso tentativo ha funzionato.

Le cose da sapere sul coronavirus