• Mondo
  • Questo articolo ha più di due anni

Da giovedì 19 novembre le scuole di New York chiuderanno, di nuovo

Da domani, giovedì 19 novembre, le scuole della città di New York chiuderanno e l’attività didattica proseguirà a distanza: lo ha annunciato il sindaco di New York Bill De Blasio.

La scorsa estate il sindaco aveva detto che le scuole sarebbero state chiuse nuovamente – dopo le chiusure della scorsa primavera – se si fosse verificato che il 3 per cento di tutti i tamponi effettuati sul territorio cittadino nel corso di una settimana fosse risultato positivo.
La settimana scorsa, con i numeri in aumento, de Blasio aveva avvertito i genitori, e aveva consigliato loro di prepararsi a una possibile chiusura.
Oggi De Blasio ha detto che la soglia del 3 per cento è stata superata: «Sfortunatamente questo significa che le scuole chiuderanno a partire da domani, giovedì 19 novembre, per prudenza. Dobbiamo combattere la seconda ondata di COVID-19»

Le cose da sapere sul coronavirus

Gli alunni delle scuole pubbliche di New York sono più di un milione. Tra loro, solo il 25 percento è tornato stabilmente in classe questo autunno: molte scuole hanno preferito avviare l’anno direttamente con la didattica a distanza o con in modalità ibrida, con parte delle ore in presenza e parte delle ore a distanza.

Gli asili nido avevano riaperto il 21 settembre, le scuole elementari il 29 settembre e le scuole superiori il 1° ottobre. Dall’inizio dell’anno scolastico, circa 1500 classi erano state messe in quarantena dopo che alcuni studenti o insegnanti erano risultati positivi, e alcuni dirigenti scolastici, le cui scuole si trovavano in quartieri con un alto numero di contagi, avevano istituito chiusure temporanee.

«Sappiate che è una chiusura temporanea, e che gli edifici scolastici riapriranno non appena sarà possibile farlo in sicurezza» ha scritto l’assessore all’Educazione Richard Carranza.

(EPA/JUSTIN LANE)