• Mondo
  • mercoledì 7 Ottobre 2020

La scrittrice e attivista per i diritti umani Pham Doan Trang è stata arrestata in Vietnam e accusata di propaganda contro lo Stato

La scrittrice e attivista per i diritti umani Pham Doan Trang è stata arrestata in Vietnam e accusata di propaganda contro lo Stato. La polizia ha arrestato Trang martedì 6 ottobre nella sua casa a Ho Chi Minh poco dopo la conclusione di una serie di colloqui con gli Stati Uniti sui diritti umani. La notizia è stata diffusa oggi da Human Rights Watch che ha chiesto il rilascio immediato dell’attivista. HRW ha fatto sapere che Trang è accusata di «aver prodotto, immagazzinato e diffuso informazioni, materiali e prodotti che cercano di opporsi alla Repubblica socialista del Vietnam»: rischia fino a 20 anni di carcere.

Pham Doan Trang ha 42 anni ed è una scrittrice e blogger dissidente riconosciuta a livello internazionale: si occupa di questioni come l’ambiente, i diritti delle donne, le violenze della polizia e la repressione contro attiviste e attivisti. Era già stata arrestata nel 2009. Amnesty International ha scritto che Pham Doan Trang «è stata ripetutamente presa di mira dalle autorità vietnamite, esclusivamente per aver esercitato pacificamente il proprio diritto alla libertà di espressione».

Pham Doan Trang