• Mondo
  • martedì 15 Settembre 2020

Il capo della polizia di Rochester è stato licenziato dopo la morte per asfissia di un afroamericano incappucciato durante l’arresto

Lovely Warren, la sindaca di Rochester, nello stato di New York, Stati Uniti, ha licenziato il capo della polizia, La’Ron D. Singletary, in seguito alla diffusione del video dell’arresto di Daniel Prude, un uomo afroamericano che era morto il 30 marzo per asfissia dopo che alcuni agenti di polizia gli avevano messo un cappuccio e poi gli avevano premuto la testa sul marciapiedi per due minuti.

Singletary lo scorso 8 settembre, insieme ad altri dirigenti del dipartimento, aveva annunciato che si sarebbe dimesso entro la fine del mese. Il vice capo Mark Simmons è stato nominato capo ad interim per i prossimi 30 giorni. Il 2 settembre la famiglia di Prude aveva diffuso un video, ripreso dalle telecamere della polizia, dell’arresto dell’uomo, che era morto sette giorni dopo essere stato arrestato e incappucciato dagli agenti. Letitia James, procuratrice generale dello stato di New York, aveva promesso che ci sarebbe stata un’indagine «giusta e indipendente». Dopo la diffusione del video sette agenti di polizia coinvolti nell’arresto di Prude erano stati sospesi.

La sindaca di Rochester, Lovely Warren (AP Photo/Adrian Kraus)