• Italia
  • domenica 13 Settembre 2020

A Caivano, vicino a Napoli, un uomo è stato arrestato per aver causato la morte della sorella speronandola con lo scooter: è accusato di omicidio preterintenzionale

Venerdì a Caivano, in provincia di Napoli, una donna di 22 anni è morta a causa dello scontro tra due motorini: sul primo si trovava la donna, Maria Paola Gaglione, insieme al proprio compagno; sul secondo il fratello di Gaglione, Michele, che li stava seguendo. La procura di Nola ha aperto un’inchiesta e ha arrestato Michele Gaglione, che ha 30 anni, con l’accusa di omicidio preterintenzionale e violenza personale.

Secondo quanto scrivono i giornali, infatti, Michele Gaglione avrebbe inseguito, e forse volontariamente speronato, il motorino sui cui viaggiava la sorella perché contrario alla sua relazione con un uomo transgender. Nello scontro anche lui – coetaneo di Maria Paola Gaglione – è stato ferito: ha una frattura a un braccio, oltre a contusioni ed escoriazioni.

Caivano, in provincia di Napoli