(Il Post)

Otto cose che abbiamo comprato ad agosto

Stringhe elastiche autobloccanti, uno zaino per andare a raccogliere i funghi e una solida cassetta portatutto, tra le altre cose

(Il Post)

Wishlist è la rubrica mensile in cui parliamo degli acquisti personali fatti dai redattori, e vi suggeriamo oggetti che abbiamo provato noi stessi, di cui siamo soddisfatti al punto di consigliarveli. Prima questi oggetti arrivavano in redazione. Da quando la normalità è parzialmente sospesa, arrivano direttamente nelle nostre case.

Una cassetta portatutto, pieghevole
Ora che possiamo vedere gli amici, magari per una cena in giardino, capita spesso di organizzarsi in modo che “ognuno porta qualcosa”. Se poi si ha una famiglia di quattro persone, non si può portare un pacchetto di patatine: tocca cucinare qualcosa di sostanzioso. E quindi poi c’è da trasportare almeno una pentola e una bottiglia, o un paio di meloni e confezioni di prosciutto, perlomeno. Invece di metterli nei sacchetti che poi girano per la macchina, non stanno orizzontali con rischio di sversamento di sughi e simili, un redattore si è finalmente dotato di una validissima cassetta pieghevole. L’oggetto vive nel bagagliaio dell’auto e non occupa quasi spazio, piegato, ma si apre in meno di un secondo (cronometrato) ed è robusto, leggero e comodissimo. Costa 18 euro.

(Il Post)

 

Stringhe elastiche autobloccanti
Il redattore con la famiglia di quattro persone ha anche un figlio adolescente che non sopporta di allacciarsi le scarpe. Nella lotta tra viaggiare con i lacci che strisciano per terra (con evidenti problemi di igiene e rischio cadute) e passare i minuti prima di uscire adoperandosi controvoglia in nodi e doppi nodi (aggiungendo ritardi a ritardi), è arrivata in soccorso l’idea delle stringhe elastiche autobloccanti. Sono lacci elastici (neri e riflettenti, in questo modello) con una chiusura che, tirando, li stringe e non scappa via, per partire velocissimi. Si può usare anche la sola chiusura sui lacci che si hanno già, volendo. La confezione da cinque paia costa 10 euro: un prezzo ragionevole per un oggetto che fa il suo dovere e riduce gli attriti tra adolescenti e genitori.

(Il Post)

 

Sandali Teva
In previsione di una vacanza settembrina, una redattrice ha comprato i sandali-che-hanno-tutti (o tanti, almeno) dell’estate 2020. È stato un acquisto nostalgico, visto che ne possedeva un paio identico quando aveva quattordici anni. Dice che si confermano all’altezza del ricordo che ne aveva: sono comodissimi, estremamente robusti, occupano poco spazio in valigia e soprattutto si possono bagnare e maltrattare senza sensi di colpa. Poi secondo lei sono anche belli, ma accetta che di questo si possa discutere.
Il modello scelto dalla redattrice è quello classico, che su Amazon costa 43 euro (il prezzo però varia in base al numero).

(Sono già stati al mare – Il Post)

 

Birkenstock da spiaggia
Restando nella categoria “sandali molto diffusi”, un’altra redattrice ha comprato quelli che definisce “Birkenstock da spiaggia”, o da piscina. Hanno la forma e la comodità del modello Arizona (quello a ciabatta con due fasce), ma sono fatti interamente di gomma. Possono essere bagnati senza problemi e trattati senza troppe cautele come se fossero un paio di infradito di plastica. Contrariamente alle infradito, però, ci si può anche camminare a lungo senza distruggersi i piedi. Costano 40 euro.

(Il Post)

 

Un portacroccantini grazioso
«Non fa niente che non farebbe anche un robusto sacchetto», dice con grande franchezza la redattrice che lo ha acquistato. Che aggiunge: «tiene 2 chili di croccantini, ha un comodo cucchiaio ed è utile se devi affidare il tuo cane a qualcuno. Io per esempio ho lasciato Harry [il cane, ndR] con mia mamma per qualche giorno e le ho portato direttamente il secchiello». La redattrice, comunque, non ha alcun problema ad ammettere che il motivo principale per cui ha comprato questo contenitore è che le sembrava molto carino. Giustamente.
Costa 28 euro.

(Il Post)

 

Zaino per raccogliere i funghi
Una redattrice e il suo compagno hanno comprato uno zaino per andare a raccogliere i funghi e ne sono molto soddisfatti. Lo zaino contiene la gerla in cui si mettono i funghi, e permette di trasportarla comodamente. Ha lo schienale imbottito, spallacci regolabili e imbottiti, cinturino al petto e in vita, tre tasche per metterci le altre cose che servono durante la camminata e tiene fino a 8-10 chili. Il fondo è traforato (ovviamente: le spore devono poter essere rilasciate), e la gerla è estraibile. «Per l’uso attenersi alla disciplina della zona di raccolta», ricorda il sito che lo vende. Costa 58 euro, ed è un acquisto che in autunno si può sfruttare parecchio.

(Il Post)

 

Una piccola cassa di buona qualità
Delle casse Ultimate Ears parliamo spesso perché hanno un buon rapporto qualità-prezzo. Una redattrice che cercava uno speaker Bluetooth agile e carino ha comprato il modello Wonderboom, che in questi giorni è in offerta su Amazon e costa 54 euro invece di 59.

(Il Post)

 

Un tappeto
Cercando un tappeto che stesse bene con il suo divano, ma che non la costringesse a spendere una cifra esagerata data la presenza di animali domestici, una redattrice ha trovato questo con una fantasia geometrica. Costa 156 euro, risponde benissimo alle esigenze di arredo e praticità ed è piuttosto grazioso (secondo la neoproprietaria: poi i gusti sono gusti, ci mancherebbe).

(Il Post)

 

Se ne vuoi ancora, qui trovi tutte le liste degli oggetti che abbiamo comprato nei mesi precedenti.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.