• Sport
  • lunedì 17 Agosto 2020

L’AS Roma è stata venduta al gruppo americano Friedkin

Il Friedkin Group di Dan Friedkin, miliardario californiano di 54 anni, ha concluso l’acquisto delle quote di maggioranza dall’AS Roma. L’annuncio ufficiale è arrivato in serata, dopo la chiusura della Borsa di Milano. La chiusura dell’operazione, dal valore stimato in 591 milioni di euro, era stata preannunciata lo scorso 6 agosto con la sottoscrizione di un accordo vincolante tre le due parti coinvolte, il Friedkin Group e l’AS Roma SPV, società dell’investitore statunitense James Pallotta, fino a oggi azionista di maggioranza della squadra.​

L’operazione era sembrata vicina alla chiusura già a inizio anno, ma la pandemia aveva bloccato le trattative. Il nuovo presidente della società potrebbe essere lo stesso Friedkin, a capo dell’omonimo gruppo, o suo figlio Ryan. Le loro attività principali si concentrano nella Gulf States Toyota Distributors, una rete di concessionarie di automobili Toyota nel sud degli Stati Uniti fondata negli anni Sessanta dal padre di Dan. Nel corso degli anni il gruppo, con base a Houston, in Texas, è diventato uno dei più grandi distributori di Toyota al mondo, con un giro d’affari intorno ai 9 miliardi di dollari: possiede inoltre una catena alberghiera, l’Auberge Resorts, e una casa di produzione cinematografica, la Imperative Entertainment.

– Leggi anche: Dan Friedkin lo avete già visto in “Dunkirk”

(Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse)