• Mondo
  • lunedì 17 Agosto 2020

Nella Death Valley, in California, sono stati registrati 54,4° C: se la misura fosse confermata, sarebbe il dato più alto nel mondo da più di un secolo

Nella Death Valley, in California, alle 15.41 di domenica 16 agosto è stata registrata in via preliminare la temperatura di 54,4° C. La temperatura è stata misurata dalla stazione del Servizio meteorologico nazionale degli Stati Uniti (il National weather service, NWS) di Furnace Creek, vicino al confine con il Nevada. Secondo l’NWS, se verificata ufficialmente sarebbe la temperatura più calda ufficialmente registrata sulla superficie della Terra dal 10 luglio del 1913, quando, sempre nella Death Valley, furono raggiunti i 56,7° C (anche se alcuni meteorologi non ritengono affidabile quella misurazione).

Il record del 1913 fu ufficializzato dopo uno studio del 2013 dell’Organizzazione meteorologica mondiale che aveva giudicato non affidabile la temperatura di 58° C registrata erroneamente nel settembre del 1922 in Libia, a cui apparteneva il record.

Un'immagine della Death Valley del 11 luglio 2017 (Ezra Shaw/Getty Images)