• Mondo
  • giovedì 13 Agosto 2020

Il carburante ancora a bordo della nave arenata vicino all’isola di Mauritius è stato quasi completamente rimosso

Il carburante che si trovava ancora nei serbatoi della nave arenata vicino all’isola di Mauritius è stato quasi completamente rimosso, ha detto mercoledì il primo ministro del paese Pravind Jugnauth: questo dovrebbe evitare danni maggiori legati alla dispersione del carburante in mare. La nave, il mercantile MV Wakashio di un operatore giapponese, si era incagliata il 25 luglio circa due chilometri a sud est dell’isola, a causa del brutto tempo: l’equipaggio era stato portato in salvo e in un primo momento era stata esclusa la possibilità di una perdita di carburante, che ha però cominciato a verificarsi due settimane dopo.

In un paese famoso per le sue barriere coralline e con un’economia largamente dipendente dalla pesca e dal turismo, la perdita di carburante dalla MV Wakashio rischia di produrre danni enormi. Per giorni migliaia di volontari hanno lavorato per contenere lo sversamento e limitare i danni. Ora la situazione non è risolta ma lo svuotamento dei serbatoi della nave dovrebbe impedire che le cose peggiorino.

Mauritius Oil Spill