• Mondo
  • lunedì 25 Maggio 2020

In Afghanistan sono stati scarcerati 2000 talebani in seguito a una tregua con il governo

In Afghanistan sono stati scarcerati 2000 detenuti talebani dopo che il gruppo fondamentalista islamico ha concordato con il governo una tregua di tre giorni in occasione della festa musulmana di Eid al-Fitr, la seconda più importante nell’Islam che conclude il Ramadan e segna la fine del digiuno. Ad annunciare la liberazione dei talebani è stato lo stesso presidente afghano Ashraf Ghani che l’ha definita un «atto di buona volontà» deciso per favorire «il successo del processo di pace».

Il tema dei talebani incarcerati nelle prigioni afgane è uno dei problemi più grandi da superare nei colloqui di pace fra i fondamentalisti islamici e il governo di Ghani. Il mese scorso i colloqui bilaterali si erano interrotti bruscamente dopo uno scambio di prigionieri, parte di un accordo tra gli Stati Uniti e i talebani, firmato a febbraio senza però il coinvolgimento del governo afghano.

Il cessate il fuoco è iniziato domenica 24 maggio ed andrà avanti fino al 27. Fino ad ora entrambe le parti hanno rispettato la tregua.

– Leggi anche: È finita la crisi politica in Afghanistan, forse

(Paula Bronstein/Getty Images)