• Italia
  • venerdì 15 Maggio 2020

L’incendio allo stabilimento chimico di Porto Marghera è stato spento, l’allarme è cessato

Un incendio di vaste proporzioni è divampato venerdì mattina attorno alle 10.15 nello stabilimento di prodotti chimici 3V Sigma, nell’area del petrolchimico di Porto Marghera in località Malcontenta: ci sono due feriti gravi, ricoverati nei centri ustioni di Padova e Verona. I Vigili del Fuoco, arrivati sul posto con otto squadre, hanno messo sotto controllo l’incendio alle 12.30 circa.

A Marghera e Mestre sono scattate le sirene di allarme per la possibile dispersione nell’ambiente di sostanze chimiche. Il Comune di Venezia ha invitato tutti i residenti nel suo territorio — isole comprese — a chiudere e se possibile isolare porte e finestre e restare a casa fino a nuove comunicazioni. L’allarme è poi cessato nel primo pomeriggio: per il momento sono state riscontrare ricadute inquinanti solamente all’interno dello stabilimento.

Secondo Gianfranco Bettin, presidente della Municipalità di Marghera ed ex consigliere regionale del Veneto, alcuni mesi fa gli operai della 3V Sigma scioperarono per denunciare la scarsa sicurezza degli impianti antincendio e irregolarità negli stoccaggi.

La nube causata dall’incendio, vista da Venezia (LaPresse – Anteo Marinoni)

– Leggi anche: Come ha fatto il Veneto, la regione che ha contenuto meglio il coronavirus