• Mondo
  • venerdì 17 Aprile 2020

11 soldati filippini sono morti in un’operazione per rintracciare un leader dell’ISIS

Venerdì undici soldati dell’esercito filippino sono stati uccisi in uno scontro a fuoco con dei miliziani dello Stato Islamico durante un’operazione per rintracciare un importante leader della cellula locale dell’organizzazione terroristica. La sparatoria è avvenuta a Patikul, una municipalità nella provincia di Sulu, su un’isola nel sud del paese. I guerriglieri facevano parte del gruppo Abu Sayyaf, affiliato all’ISIS e guidato da Hatib Hajan Sawadjaan, l’uomo che l’esercito filippino stava cercando.