• Mondo
  • giovedì 16 Aprile 2020

Dal 27 aprile la Svizzera allenterà gradualmente le misure restrittive

Il governo della Svizzera ha annunciato che dal 27 aprile comincerà ad allentare le misure restrittive imposte finora per rallentare la diffusione del coronavirus. In una prima fase riapriranno al pubblico le strutture che prevedono un numero limitato di contatti diretti, «in cui è possibile attuare in modo semplice i piani di protezione e che non generano un forte flusso di persone». Gli ospedali potranno nuovamente effettuare tutti gli interventi, anche quelli non urgenti, e riapriranno gli studi medici ambulatoriali, i parrucchieri, i saloni per massaggi, i centri estetici, i negozi per il fai da te e il giardinaggio e i fiorai.

Ci saranno poi una seconda e una terza fase in cui riapriranno anche tutte le altre attività: l’11 maggio riapriranno le scuole dell’obbligo, gli altri negozi e i mercati, e l’8 giugno riapriranno le scuole medie superiori, professionali e universitarie. Sempre a partire dall’8 giugno potranno riaprire anche le strutture ricreative e per il tempo libero, quali i musei, le biblioteche, i giardini botanici e zoologici. In questa fase potrà inoltre essere allentato il divieto di assembramento, si legge nel comunicato del governo. I dettagli di questa terza fase verranno però discussi con maggiore dettaglio il 27 maggio, sulla base dell’evoluzione epidemiologica. In Svizzera finora sono stati rilevati 26.732 contagi e 1.296 morti.

Ginevra (Salvatore Di Nolfi/Keystone via AP)