• Mondo
  • venerdì 27 Marzo 2020

Anche l’Irlanda ha adottato misure simili a quelle italiane per l’epidemia da coronavirus

Il primo ministro irlandese Leo Varadkar ha annunciato che dalla mezzanotte di venerdì anche in Irlanda saranno in vigore misure restrittive simili a quelle in vigore in Italia per fermare il coronavirus. Tutti i cittadini dovranno rimanere in casa e si potrà uscire solo per poche ragioni: se si lavora in un servizio considerato “essenziale”, per fare la spesa, per fare attività sportiva nelle vicinanze della propria abitazione e per urgenze. Nel paese sono stati confermati fino ad ora 1.819 casi di coronavirus e sono morte 19 persone. È stata anche promulgata una legge che contiene diverse misure per affrontare l’epidemia: aiuti alle famiglie e ai lavoratori, blocco degli sfratti, la possibilità per tutti i ristoranti di fare consegne a domicilio e assunzioni di medici e infermieri in pensione.

Il primo ministro irlandese Leo Varadkar, Londra, settembre 2017 (Carl Court/Getty Images)