• Mondo
  • martedì 17 Marzo 2020

Negli Stati Uniti e nel Regno Unito, Amazon ha sospeso la gestione di prodotti ritenuti non essenziali

Negli Stati Uniti e nel Regno Unito, a partire da oggi, Amazon ha sospeso la gestione di prodotti ritenuti non essenziali nei propri centri di smistamento. La notizia è stata data inizialmente da Business Insider per quanto riguarda gli Stati Uniti, e successivamente riportata anche da Reuters, secondo cui le stesse misure sono state applicate anche al Regno Unito.

Amazon ha inviato mail ai rivenditori per informarli che fino al 5 aprile accetterà di ricevere nei propri centri di smistamento – cioè i magazzini dove vengono catalogati e ordinati i pacchi prima di arrivare a destinazione – soltanto prodotti ritenuti essenziali.

Questa categoria, secondo una sezione del sito di Amazon riservata ai venditori, comprende prodotti per neonati, per la salute e la cura della casa, prodotti di bellezza, alimentari, cibo per animali domestici e componenti industriali. Tutti i prodotti di altre categorie già in viaggio oppure presenti nei centri di smistamento verranno gestiti, ma con una priorità inferiore.

Non è ancora chiaro se Amazon intenda estendere ad altri paesi queste misure.

Le cose da sapere sul coronavirus

(Peter Macdiarmid/Getty Images)