• Sport
  • giovedì 27 Febbraio 2020

L’ex nuotatore Filippo Magnini è stato assolto dalle accuse di doping dal Tribunale arbitrale internazionale dello sport

L’ex nuotatore Filippo Magnini è stato assolto dal Tribunale arbitrale internazionale dello sport di Losanna (TAS) in merito alle accuse di «uso o tentato uso» di sostanze dopanti, per cui era stato squalificato dal Tribunale nazionale antidoping nel 2018, quando si era già ritirato da un anno. La squalifica era stata confermata in secondo grado lo scorso maggio. Ora l’ente antidoping italiano dovrà pagare le spese del processo. Magnini ha 38 anni ed è stato uno dei più forti nuotatori italiani dell’ultimo decennio, vincendo tra le altre cose nove medaglie d’oro agli Europei e due ai Mondiali.

Filippo Magnini nel 2018 (ANSA/Mauro Del Signore/Pacific Press via ZUMA Wire)