Da dove arriva questo meme con Linkedin, Facebook, Instagram e Tinder

Si chiama “Dolly Parton Challenge”, dal nome della famosa cantante country che l'ha reso popolare

Da alcuni giorni sta girando molto un meme che come nella maggior parte dei casi è nato negli Stati Uniti e si è diffuso nel resto del mondo, Italia compresa: ha preso il nome di “Dolly Parton Challenge”, dal nome della famosa cantante country statunitense che l’ha reso popolare. Consiste in pratica in una serie di quattro fotografie, che possono ritrarre chi pubblica il meme oppure un altro personaggio famoso, ciascuna è accompagnata da una didascalia con il nome di un social network: Linkedin, Facebook, Instagram e Tinder.

Il senso è che le quattro fotografie ritraggono il soggetto in pose e atteggiamenti molto diversi, con qualche affinità al social network alla quale sono associati: quella di Linkedin – un social network usato per trovare lavoro – seria e formale, quella di Facebook amichevole e allegra, quella di Instagram festaiola oppure un po’ artistica, e quella di Tinder – un’app per incontri – ammiccante.

Il tweet di Parton, che era accompagnato dalla didascalia “trova una donna che sappia farli tutti”, ha ottenuto centinaia di migliaia di retweet, mi piace e risposte, ed è presto stato imitato da altre celebrità come Conan O’Brian e Ellen DeGeneres, mentre altri account hanno riproposto il meme dedicandolo ad altri personaggi famosi.

View this post on Instagram

When my agent asks if I can play different roles.

A post shared by Ellen DeGeneres (@theellenshow) on

Dagli Stati Uniti, il meme è arrivato anche in Italia, applicato per esempio alla presentatrice Paola Barale.

View this post on Instagram

Non abbiamo saputo resistere alla #dollypartonchallenge 💜

A post shared by Play Cult (@mediasetplaycult) on

A differenza di molti meme, che impiegano settimane o mesi prima di diventare davvero mainstream, se mai lo diventano, la Dolly Parton Challenge è cominciata subito come cosa delle celebrità, e quindi ha impiegato poco a diffondersi.

View this post on Instagram

Get you friends who can do it all. @DollyParton

A post shared by Friends (@friends) on

View this post on Instagram

‘@LinkedIn Naomi’👌🏾

A post shared by Naomi Campbell (@naomi) on

View this post on Instagram

Get you a guy who can do it all!📱

A post shared by Kyle MacLachlan (@kyle_maclachlan) on

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.