(Pascal Le Segretain/Getty Images)
  • Moda
  • giovedì 23 gennaio 2020

L’ultima sfilata di Jean-Paul Gaultier

È stata una specie di festa con 250 abiti, per chiudere i 50 anni di carriera del celebre stilista francese

(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Mercoledì c’è stata a Parigi l’ultima sfilata dello stilista francese Jean-Paul Gaultier, che a 67 anni ha chiuso 50 anni di carriera con uno spettacolo di quasi un’ora. Gaultier è tra gli stilisti che hanno fatto la moda del Novecento: ha uno stile molto riconoscibile, con l’ampio uso delle righe e dei bustini per disegnare una figura curvilinea e dalla vita sottile. È celebre anche fuori dal mondo della moda, per aver disegnato il reggiseno a cono indossato da Madonna durante il Blonde Ambition tour del 1990 e per aver vestito molte celebrità internazionali, come Kylie Minogue, Nicole Kidman, Cate Blanchett, Lady Gaga e Rihanna. Per il suo atteggiamento divertito e gioiosamente irriverente, e il gusto provocatorio dei suoi abiti e delle sue sfilate, è ancora considerato l’enfant terrible della moda francese.

Gaultier aveva annunciato la decisione su Instagram il 17 gennaio, dicendo che la sfilata di haute couture, l’alta moda parigina, della primavera/estate 2020 sarebbe stata l’ultima a cui avrebbe preso parte, ma che l’alta moda del marchio Jean-Paul Gaultier sarebbe comunque continuata in altre forme.

La sfilata si è tenuta al Theatre du Châtelet ed è stata, come Gaultier aveva detto sui social, «una specie di festa con molti dei miei amici, dove ci divertiremo un sacco fino a tardi». Sono stati presentati più di 250 abiti che hanno riassunto gli stili più diversi e rappresentativi del suo lavoro, indossati da alcune delle sue modelle più care: Gigi e Bella Hadid, Karlie Kloss, Irina Shayk, Coco Rocha, Amanda Lear, Dita von Teese, Beatrice Dalle, Rossy de Palma e Fanny Ardant. Tra il pubblico c’erano, tra gli altri, gli stilisti Pierre Cardin, Nicolas Ghesquière, Christian Louboutin, Dries Van Noten, Clare Waight Keller e modelle come Eva Herzigova e Larsen Thompson.

La sfilata è stata chiusa dall’esibizione di Boy George e dall’arrivo di Gaultier, in tuta di jeans, sorridente, circondato da modelli e modelle e applaudito dal pubblico.