• Mondo
  • venerdì 20 Dicembre 2019

Una ex modella ha fatto causa al produttore Harvey Weinstein accusandolo di averla molestata sessualmente quando era minorenne

Kaja Sokola, ex modella, ha intentato una causa civile contro il produttore cinematografico Harvey Weinstein, accusato di violenze sessuali da decine di donne nel caso che diede inizio al movimento #MeToo, di averla molestata sessualmente quando lei era minorenne. I fatti risalgono al 2002, quando Sokola era un’aspirante attrice che incontrò Weinstein per un pranzo di lavoro: lui però la portò a casa sua, ha raccontato Sokola, palpandola e costringendola a toccargli i genitali. Sokola ha detto di aver resistito alle molestie di Weinstein.

Sokola aveva già presentato la causa nel 2018, come parte di una class-action collettiva: le altre donne della causa hanno però accettato un risarcimento, a cui Sokola ha deciso di rinunciare proseguendo autonomamente la causa, e uscendo quindi dall’anonimato.

(Stephanie Keith/Getty Images)