Il chitarrista John Frusciante tornerà a suonare con i Red Hot Chili Peppers

Ne aveva fatto parte dal 1988 al 1992 e poi dal 1998 al 2009, periodi in cui erano usciti alcuni dei dischi più importanti del gruppo

Domenica i Red Hot Chili Peppers hanno annunciato su Instagram che il chitarrista Josh Klinghoffer, membro della band dal 2009, ne è uscito e che il suo posto sarà ripreso da Frusciante, già chitarrista del gruppo tra il 1988 e il 1992 e tra il 1998 e il 2009. Frusciante, considerato uno dei migliori chitarristi viventi, ha partecipato a cinque diversi dischi dei Red Hot Chili Peppers, quelli che contengono alcuni dei più importanti successi del gruppo. Tra questi ci sono Blood Sugar Sex Magic, il disco con cui nel 1991 il gruppo divenne davvero famoso, e Californication (1999), in cui è contenuta “Scar Tissue”, vincitrice del Grammy per la miglior canzone rock nel 2000. In questi anni Frusciante aveva proseguito la sua carriera solista.

I Red Hot Chili Peppers, il 19 novembre 2007, ai Grammy di quell'anno; da sinistra sono John Frusciante, Flea, Anthony Kiedis e Chad Smith (AP Photo/Kevork Djansezian)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.