• Mondo
  • sabato 7 dicembre 2019

Amazon affitterà a Manhattan uffici per 1500 persone

Lo ha annunciato oggi, meno di un anno dopo aver rinunciato a costruire una grande sede a New York

Amazon ha annunciato che affitterà grandi uffici a Midtown, la zona centrale di Manhattan, a New York, dove sistemerà più di 1500 dipendenti, intensificando la propria presenza nella città. L’annuncio è stato dato meno di un anno dopo l’abbandono del progetto di costruzione di una grande sede nel Queens, un quartiere meno centrale di New York.

Lo scorso febbraio, infatti, Amazon aveva rinunciato a costruire i suoi nuovi e grandi uffici a New York, un progetto imponente di cui avevano parlato estesamente per mesi i giornali di tutto il mondo, tra gli altri motivi perché avrebbe garantito ad Amazon un ingente e discusso sgravio fiscale.
Amazon aveva spiegato che il motivo della rinuncia era legato all’opposizione al progetto che era nata a livello locale: diversi politici (tra cui Alexandria Ocasio-Cortez), attivisti e associazioni di New York infatti avevano protestato contro il progetto, fortemente voluto dal sindaco Bill de Blasio e dal governatore Andrew Cuomo, per via del discusso trattamento riservato da Amazon ai suoi dipendenti, specialmente a quelli dei centri di distribuzione. Ma i motivi dietro all’opposizione verso gli uffici di Amazon erano anche altri: per esempio le conseguenze in termini di aumento degli affitti nell’area in cui sarebbero sorti.

Gli oppositori del progetto originario hanno commentato la notizia dicendo che l’annuncio di Amazon dimostra che avevano ragione fin dal principio. «Alla fine Amazon verrà a New York comunque» ha scritto Alexandria Ocasio-Cortez su Twitter «senza che i cittadini debbano finanziare [attraverso gli sgravi fiscali, ndr] accordi poco chiari, l’eliporto per Jeff Bezos e altri regali all’azienda».

(AP Photo/Jim Mone)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.