• Mondo
  • giovedì 5 dicembre 2019

Una grande petroliera è stata sequestrata dai pirati al largo delle coste della Nigeria

Martedì alcuni pirati hanno attaccato e sequestrato una grande petroliera al largo delle coste della Nigeria, a circa 77 miglia nautiche da Bonny Island, un’area molto importante per lo sfruttamento del greggio. I pirati hanno preso in ostaggio 19 membri dell’equipaggio, ha detto mercoledì a Bloomberg un portavoce di Navios, la società proprietaria della petroliera sequestrata.

Le acque del Golfo della Guinea, su cui si affaccia la Nigeria, sono da tempo obiettivo dei pirati, anche se attacchi alle grandi petroliere sono piuttosto rari. Secondo i dati dell’International Maritime Bureau, dipartimento della Camera di commercio internazionale che monitora le attività dei pirati, in tutto il mondo nei primi nove mesi del 2019 ci sono stati 95 attacchi in cui i pirati sono saliti a bordo della nave assaltata: di questi, 17 sono avvenuti al largo delle acque della Nigeria.

Immagine satellitare che indica Bonnie Island, in Nigeria (Google Maps)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.