• Mondo
  • mercoledì 4 Dicembre 2019

Almeno 58 persone sono morte dopo che una nave è affondata nell’oceano Atlantico, al largo della Mauritania

L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM, sigla in inglese) ha detto che almeno 58 migranti, tra cui donne e minori, sono morti dopo che la barca su cui si trovavano si è rovesciata al largo della Mauritania, paese dell’Africa occidentale. Alcuni sopravvissuti hanno detto alla IOM che la barca era partita dal Gambia il 27 novembre ed era diretta verso le isole Canarie, in Spagna.

Mohamed Vall, giornalista di Al Jazeera che si trova a Nouakchott, la capitale della Mauritania, ha definito l’incidente «uno dei più gravi» avvenuti quest’anno sulle rotte dei migranti che attraversano il Mar Mediterraneo e l’Oceano Atlantico e che sono dirette verso l’Europa. Vall ha aggiunto che i sopravvissuti del naufragio verranno riportati nei loro paesi di origine.

 

(AP Photo/Arturo Rodriguez)