• Mondo
  • lunedì 2 dicembre 2019

13 braccianti pakistani sono morti in un incendio in una fattoria in Giordania

Poco dopo la mezzanotte di lunedì, tredici persone pakistane sono morte a causa di un incendio nella casa in cui abitavano, all’interno di una fattoria di al-Shuna al-Janobia, in Giordania. Tra loro c’erano otto bambini, quattro donne e un uomo. Nell’incendio altre tre persone, sempre di nazionalità pakistana, sono state ferite. Secondo quanto riferito dalla Protezione Civile giordana, tutte e sedici le persone lavoravano come braccianti nella fattoria, e vivevano nella casa in condizioni precarie. Le cause dell’incendio non sono note, ma secondo la Protezione Civile potrebbe essersi trattato di un cortocircuito.

Un pastore al lavoro nella Valle del Giordano (Amir Levy/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.