• Italia
  • giovedì 28 novembre 2019

Domenica 1 dicembre circa novemila persone verranno evacuate da Torino per disinnescare una vecchia bomba

Domenica 1 dicembre circa novemila persone verranno evacuate dal centro di Torino per disinnescare una vecchia bomba che risale alla Seconda guerra mondiale. Per sicurezza, il comune ha tracciato una zona rossa i cui residenti dovranno lasciare le proprie case, e una gialla in cui potranno decidere di rimanere ma senza uscire sul balcone né tenere aperte le finestre. Entrambe le zone saranno chiuse al traffico e tutte le automobili dovranno essere rimosse dalle strade. Per tutte le persone che avranno bisogno di un posto dove stare il Comune ha attrezzato alcune sale del Lingotto, in cui offrirà cibo e assistenza medica. Qui trovate la mappa delle due zone e tutte le indicazioni per raggiungere il Lingotto.

Il comune non lo dice esplicitamente ma Repubblica scrive che la stazione Porta Nuova, compresa nella zona rossa, sarà chiusa al pubblico, mentre secondo la Stampa dalle 9 alle 16.30 sarà chiuso lo spazio aereo intorno all’aeroporto di Caselle (non è chiaro se sarà chiuso l’aeroporto stesso).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.