• Cultura
  • mercoledì 27 novembre 2019

È morto Jonathan Miller, uno dei più importanti registi d’opera al mondo

È morto Jonathan Miller, autore e regista d’opera e di teatro britannico; aveva 85 anni. Miller ebbe una carriera poliedrica: nacque a Londra nel 1934, si laureò in medicina a Cambridge, fece il conduttore di programmi culturali in tv e negli ultimi anni si dedicò alla scultura.

Divenne famoso negli anni Sessanta per il suo ruolo nella commedia satirica Beyond the Fringe insieme a Peter Cook, Dudley Moore e Alan Bennett, poi iniziò a lavorare come regista d’opera diventando uno dei più importanti al mondo. Il suo lavoro più famoso è l’allestimento del 1982 del Rigoletto, che ambientò nel mondo della mafia italoamericana di Little Italy nella Manhattan degli anni Cinquanta. È ricordato anche come autore e conduttore di molti programmi tv soprattutto per BBC; in uno di questi, The Body in Question del 1978, mostrò la dissezione di un cadavere provocando molte polemiche.

Jonathan Miller nel 1980 (Ballard/Evening Standard/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.