• Italia
  • mercoledì 27 Novembre 2019

Antonio Casamonica è stato condannato in secondo grado a sei anni di carcere

Antonio Casamonica, del clan malavitoso dei Casamonica, è stato condannato in secondo grado dalla Corte d’Appello di Roma a sei anni di carcere per l’aggressione in un bar di Roma il giorno di Pasqua del 2018. Anche in secondo grado è stata riconosciuta l’aggravante del metodo mafioso.

Dell’episodio si era molto parlato: Casamonica, insieme a un’altra persona (già condannata con rito abbreviato a 4 anni e 10 mesi), aveva aggredito e picchiato il barista e una donna che si trovava lì in quel momento: poi avevano semidistrutto il bar. Casamonica era accusato di lesioni, violenza privata e minacce aggravate dal metodo mafioso. Lo scorso 25 febbraio scorso i giudici del Tribunale di Roma avevano condannato Casamonica a 7 anni di carcere in primo grado: in appello la condanna è stata dunque ridotta di un anno.

Un'immagine dei danni al bar di via Salvatore Barzilai, Roma (ANSA)