• Mondo
  • venerdì 22 novembre 2019

Il Regno Unito non ha rispettato i sei mesi di tempo che gli aveva dato l’ONU per restituire le isole Chagos a Mauritius

Il Regno Unito non ha rispettato i sei mesi di tempo che gli aveva dato l’ONU per restituire a Mauritius le isole Chagos, un piccolo arcipelago nell’Oceano indiano da tempo al centro di una controversia internazionale. Il Regno Unito controlla le isole dal 1965, quando le ottenne da Mauritius in cambio di tre milioni di sterline; da qualche anno però il governo di Mauritius sostiene che fu in qualche modo costretto a cederle per ottenere l’indipendenza dal Commonwealth britannico, che riuscì a proclamare nel 1968.

A maggio l’Assemblea Generale dell’ONU aveva dato ragione a Mauritius, imponendo al Regno Unito – che nel frattempo le aveva cedute in affitto agli Stati Uniti, che a loro volta ci hanno costruito una base militare – sei mesi di tempo per restituirle, sebbene con una mozione legalmente non vincolante. Il governo conservatore del Regno Unito finora si è rifiutato di farlo, mentre il capo dei Laburisti Jeremy Corbyn ha fatto sapere che se diventerà primo ministro in seguito alle elezioni politiche del 12 dicembre rispetterà l’indicazione dell’ONU.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.