La multinazionale indiana dell’acciaio Tata Steel taglierà fino a un massimo di 3mila posti di lavoro in Europa

Lunedì la multinazionale indiana Tata Steel, che produce acciaio, ha annunciato di voler tagliare fino a tremila posti di lavoro in Europa. Tra le ragioni citate da Tata Steel ci sono le difficoltà del settore dell’acciaio dovute alla diminuzione della domanda e all’aumento dei costi. Tata Steel ha anche spiegato che circa due terzi dei licenziamenti riguarderanno dipendenti che lavorano nei suoi uffici.

La crisi del settore dell’acciaio riguarda anche ArcelorMittal, la società che ha in gestione l’acciaieria di Taranto al centro di una delicata controversia tra l’azienda e il governo italiano.

(Matt Cardy/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.