Il consigliere regionale del Lazio Davide Barillari, del M5S, è indagato per un presunto caso di corruzione nella sanità locale

Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio del Movimento 5 Stelle, è indagato per un presunto caso di corruzione nella sanità locale, in un’inchiesta della procura di Roma per cui sono stati imposti gli arresti domiciliari al maresciallo dei carabinieri Giuseppe Costantino, al sindacalista Andrea Paliani e al consulente del lavoro Alessandro Tricarico. L’inchiesta ipotizza che ci siano stati «atti idonei a indurre» Cristopher Faroni, membro del CdA di una società a capo di una serie di cliniche, ad assumere Tricarico per un incarico con un compenso annuo di 250mila euro.

Secondo Repubblica, Barillari – membro della Commissione sanità della Regione Lazio – è coinvolto in quanto alcune telefonate con Paliani, intercettate, dimostrerebbero il suo essere al corrente di un progetto per fare alcune ispezioni particolari alle cliniche gestite dalla società di Faroni, con l’obiettivo di provocarne il commissariamento.

(ANSA/MASSIMO PERCOSSI)