• Mondo
  • giovedì 31 Ottobre 2019

Almeno 71 persone sono morte in Pakistan per un incendio su un treno

Hanno preso fuoco almeno tre vagoni, forse per una bomboletta di gas o forse per un cortocircuito elettrico

Almeno 71 persone sono morte in Pakistan a causa di un incendio su un treno che viaggiava da Karachi a Rawalpindi. L’incendio è avvenuto mentre il treno era in corsa e passava da Liaquatpur, vicino a Rahim Yar Khan, nella provincia del Punjab. I giornali e le agenzie locali scrivono che è stato causato da una fuga di gas, probabilmente dovuta a una bomboletta usata da un passeggero per cucinare, ma l’incendio potrebbe anche essere stato causato da un cortocircuito elettrico. Il primo ministro Imran Khan ha detto che sarà immediatamente aperta un’indagine e sulle cause, per ora, non ci sono altre notizie.

Associated Press ha scritto che molti passeggeri sono morti gettandosi dal treno in corsa per evitare le fiamme, e diversi sopravvissuti hanno raccontato che sono passati circa 20 minuti dal momento in cui è iniziato l’incendio a quello in cui il treno si è fermato. Molti dei passeggeri sul treno erano pellegrini diretti a Raiwind, una città in cui è in programma un grande evento religioso di musulmani sunniti.

I treni sono uno dei principali mezzi di spostamento in Pakistan e in molti casi si tratta di mezzi e linee ferroviarie vecchie di decine di anni, costruite ancor prima che nel 1947 il Pakistan ottenesse l’indipendenza dal Regno Unito. Anche se l’incendio non dovesse essere stato causato da un guasto elettrico, è probabile che i vagoni fossero sovraffollati, rendendo praticamente impossibile scappare per chi ci si trovava dentro.

(AP Photo/Siddique Baluch)