• Mondo
  • giovedì 31 Ottobre 2019

C’è stato un nuovo terremoto nel sud delle Filippine

Dopo quello di due giorni fa, c’è stato un nuovo terremoto di magnitudo 6.5 nel sud delle Filippine, sull’isola di Mindanao. Il bilancio provvisorio è di almeno quattro morti, e tra loro ci sarebbe anche un bambino di sette anni. Dopo la scossa di martedì, quasi 13mila persone già si trovavano già nei centri di evacuazione e la maggior parte delle scuole era stata chiusa.

Le immagini pubblicate sui social mostrano diversi edifici danneggiati nelle città di Kidapawan e Davao, dove è nato il presidente Rodrigo Duterte. Nella scossa di oggi ci sono stati danni a un’autostrada e a un hotel di Kidapawan, già colpito, come l’ospedale vicino, dal terremoto di martedì: entrambi gli edifici sono stati evacuati e isolati perché potrebbero crollare completamente da un momento all’altro.

L’ufficio della protezione civile locale ha detto che nel terremoto di martedì sono morte almeno sette persone, due risultano disperse, 395 sono state ferite e oltre 2.700 case ed edifici, tra cui scuole e ospedali, sono stati danneggiati.

L'Eva's Hotel di Kidapawan