• Media
  • mercoledì 23 Ottobre 2019

Il 27 e il 28 ottobre Il Resto del Carlino, Il Giorno, Quotidiano Nazionale e Quotidiano.net hanno proclamato uno sciopero dei giornalisti

I comitati di redazione di Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno e Quotidiano.net hanno proclamato due giorni di sciopero nelle giornate di domenica 27 e lunedì 28 ottobre a seguito della presentazione di un piano di riorganizzazione che prevede 112 esuberi.

I giornalisti hanno spiegato che «si tratta di una decisione irrevocabile dopo la presentazione del piano di riorganizzazione aziendale (…) che prevede dal primo gennaio 2020 la richiesta di un contratto di solidarietà spropositato: 48 giorni all’anno concentrati in sei mesi, che di fatto sono otto giorni ogni mese, da gennaio a marzo e da ottobre a dicembre, sia nel 2020 sia nel 2021. Oltre alla richiesta di uno smaltimento ferie forzato nei restanti sei mesi. L’azienda vuole poi il mancato godimento delle corte durante i mesi di solidarietà».

Tutto questo, dicono, «metterebbe a rischio l’operatività delle redazioni e renderebbe impossibile la realizzazione dei giornali e dei siti web. Il piano, che prevede 112 esuberi su 283 redattori a livello di gruppo, potrebbe essere affiancato dall’accorpamento di edizioni e dalla chiusura di redazioni». I giornalisti del gruppo, si legge infine, «sono stremati da una rivoluzione grafica che ha impoverito il giornale, aggravato i carichi di lavoro, affamato collaboratori e corrispondenti, alcuni dei quali non raggiungeranno il tetto minimo dei pezzi».

(AFP PHOTO / DAMIEN MEYER)