• Mondo
  • mercoledì 16 Ottobre 2019

Il numero dei morti per il tifone Hagibis in Giappone è salito a 74

In Giappone il numero dei morti per il tifone Hagibis, che il 12 ottobre ha colpito il paese causando alluvioni e frane, è salito a 74 secondo la televisione pubblica NHK. La maggior parte delle persone è morta annegata per via delle esondazioni di un fiume di Honshu, la principale isola dell’arcipelago giapponese. Ci sono anche 12 dispersi e più di 220 persone sono ferite. La zona dove ci sono state più vittime è quella di Fukushima.

Il tifone Hagibis, i cui venti hanno raggiunto la velocità di 225 chilometri orari, è stato il più forte che si sia abbattuto sul Giappone negli ultimi 60 anni. L’esondazione dei fiumi ha allagato vaste aree residenziali, e circa mezzo milione di case è rimasto senza corrente elettrica. Ci sono stati grandi danni anche a Nakano e Nagano, a nord-ovest di Tokyo, dove gli argini del fiume Chikuma sono crollati e l’acqua per le strade ha raggiunto i 2 metri.

Una strada ancora allagata per il tifone Hagibis a Koriyama, nella provincia di Fukushima, il 14 ottobre 2019 (Kyodo via AP Images)