Margaret Atwood e Bernardine Evaristo hanno vinto il Booker Prize

Margaret Atwood e Bernardine Evaristo hanno vinto il Booker Prize, il più importante premio letterario britannico. Il Booker Prize era stato condiviso da due vincitori anche in passato, nel 1974 e nel 1992, poi le regole erano state cambiate proprio per evitare la condivisione del premio. Quest’anno i giurati hanno però deciso di ignorare le nuove norme perché, come ha spiegato il presidente della giuria, Peter Florence, c’erano due romanzi che dovevano assolutamente vincere il premio.

La canadese Margaret Atwood ha vinto per The Testaments, il seguito del Racconto dell’ancella, tradotto in Italia come I Testamenti; la scrittrice anglo-nigeriana Bernardine Evaristo ha vinto per Girl, Woman, Other, romanzo scritto in versi sciolti. Atwood aveva già vinto il premio nel 2000 con L’assassino cieco.

La scorsa edizione era stata vinta da Milkman della scrittrice irlandese Anna Burns; è uscito in italiano il 15 settembre.

Margaret Atwood (Nicholas Hunt/Getty Images for Tory Burch Foundation)