• Italia
  • venerdì 11 Ottobre 2019

Sei persone sono state rinviate a giudizio per il crollo di una palazzina di Amatrice nel terremoto del 2016: tra di loro c’è l’ex sindaco Sergio Pirozzi

Il gup del tribunale di Rieti ha rinviato a giudizio sei persone per il crollo di una palazzina di Amatrice avvenuto a causa del terremoto nel Centro Italia del 2016: l’edificio, costruito nell’ambito del progetto di edilizia residenziale pubblica INA-Casa, si trovava in piazza Augusto Sagnotti, e nel crollo morirono sette persone. Tra le persone rinviate a giudizio c’è Sergio Pirozzi, ex sindaco di Amatrice ora consigliere regionale con Fratelli d’Italia. Gli altri sono il progettista e direttore dei lavori, tre tecnici del Genio civile e il comandante dei Vigili urbani di Amatrice. Secondo l’accusa, i lavori di ristrutturazione sulla palazzina fatti nel 2009 non rispettarono le norme antisismiche.

(ANSA/ANGELO CARCONI)