• Italia
  • mercoledì 9 ottobre 2019

Lufthansa ha inviato al governo una proposta di partnership commerciale con Alitalia

La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha inviato una lettera al ministero dello Sviluppo economico e alle Ferrovie dello Stato proponendosi come partner commerciale per Alitalia, in alternativa alla compagnia statunitense Delta. Al contrario di Delta, però, Lufthansa non avrebbe offerto un ingresso nel capitale azionario della nuova società ma una partnership commerciale. L’invio della lettera – ma non il suo contenuto – è stato confermato dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. Un portavoce di Lufthansa ha detto ad ANSA: «Non vogliamo esprimerci su illazioni su chi ha avuto contatti con chi, quando ci sono stati, che lettera è stata scritta. Abbiamo sempre detto che il mercato italiano per noi ha un grande significato, è uno dei più importanti mercati stranieri. Abbiamo pure sempre sottolineato che abbiamo interesse ad un’Alitalia ristrutturata e anche in passato abbiamo detto che ci potremmo immaginare anche un partenariato commerciale».

Alitalia è in crisi profonda da oltre un decennio, e al momento sopravvive solo grazie a un prestito ponte da 900 milioni di euro che ha ricevuto dal governo all’inizio del 2018. Il prestito, che doveva durare pochi mesi, è stato prorogato più volte e poi trasformato in un prestito senza scadenza (sotto esame della Commissione Europea perché sospettato di essere un aiuto di stato illegale). Il governo sta lavorando a un piano di salvataggio nel quale la compagnia dovrebbe essere rilevata da Atlantia (la società della famiglia Benetton concessionaria delle autostrade italiane) e Ferrovie dello Stato, mentre Delta dovrebbe avere una quota di minoranza.

Atlantia si fa sentire su Alitalia

(ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.