• Mondo
  • mercoledì 9 Ottobre 2019

Un analista antiterrorismo del governo statunitense è stato arrestato con l’accusa di aver passato informazioni riservate a due giornalisti

Un analista antiterrorismo del governo statunitense è stato arrestato con l’accusa di aver passato informazioni riservate a due giornalisti, tra cui una donna a cui era legato sentimentalmente. Le informazioni diffuse riguardavano i sistemi bellici di un paese straniero, secondo gli atti dell’indagine. L’analista, che si chiama Henry K. Frese e ha trent’anni, secondo le accuse avrebbe diffuso le informazioni alla sua compagna allo scopo di aiutarla nella sua carriera, e poi su indicazione di lei le avrebbe condivise con un altro giornalista. Non è noto quale sia il paese coinvolto, né le identità dei due giornalisti che hanno ricevuto le informazioni e le testate per cui lavorano. Frese rischia una condanna fino a vent’anni di carcere.

 

(Chip Somodevilla/Getty Images)