• Mondo
  • giovedì 3 ottobre 2019

In Camerun saranno rilasciati 333 prigionieri arrestati perché sospettati di essere dei separatisti

Il presidente del Camerun, Paul Biya, ha detto che saranno rilasciati 333 detenuti che erano stati arrestati perché sospettati di aver avuto un ruolo nelle rivolte separatiste degli ultimi anni. L’annuncio è stato fatto mentre sono in corso le trattative per la fine delle ostilità in cui secondo Reuters sono morte almeno 1.800 persone e più di 500mila hanno dovute lasciare le loro case. I capi dei ribelli hanno detto che secondo loro si tratta però solo di una mossa politica di Biya, aggiungendo che ci sono altre migliaia di prigionieri che andrebbero rilasciati.

(AFP/Getty Images)
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.