• Mondo
  • venerdì 27 Settembre 2019

In Nigeria circa 500 persone sono state liberate da un edificio in cui erano imprigionate e torturate

Giovedì la polizia nigeriana ha liberato circa 500 persone che erano imprigionate in un edificio nei pressi della città di Kaduna. La polizia ha detto a BBC che la liberazione è avvenuta in seguito a una perquisizione effettuata dopo aver ricevuto una soffiata riguardante attività sospette che si sarebbero svolte nell’edificio. Le persone imprigionate sono solo maschi (sia adulti che bambini), provenienti da diversi stati africani, e sarebbero stati sottoposti a torture e violenze sessuali da parte dei loro carcerieri, in alcuni casi per diversi anni. Nell’operazione di polizia sono state arrestate 8 persone.

Non è chiaro come siano finiti in quell’edificio ma alcuni bambini hanno raccontato alla polizia che sarebbero stati portati lì credendo che si trattasse di una scuola coranica. Secondo la polizia, comunque, non ci sono prove per pensare che quell’edificio fosse una scuola.