• Mondo
  • mercoledì 18 settembre 2019

La Guardia Costiera russa ha sequestrato due imbarcazioni nordcoreane

La Guardia Costiera russa ha detto di aver sequestrato due imbarcazioni nordcoreane e più di 80 persone che fanno parte dei loro equipaggi. Secondo la Russia le due navi stavano pescando illegalmente nella sua zona economica esclusiva – l’area marina vicina ad acque territoriali che solo un paese può sfruttare economicamente – e una delle due avrebbe condotto un «attacco armato» in cui tre agenti della Guardia Costiera sarebbero stati feriti. È successo nella zona di mare tra la penisola coreana, la Russia e il Giappone. Il ministero degli Esteri russo ha convocato l’ambasciatore della Corea del Nord e, secondo l’agenzia di stampa russa Interfax, le due navi sequestrate sono state portate nel porto di Nachodka, vicino a Vladivostok.

Non sarebbe la prima volta che Russia e Corea del Nord litigano riguardo allo sfruttamento delle zone marine. La Corea del Nord ha sequestrato più volte imbarcazioni russe: a luglio era capitato con un peschereccio.

Una nave della Guardia Costiera russa (Chung Sung-Jun/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.