I lavoratori di General Motors scioperano per la prima volta dal 2007

Per la prima volta dal 2007 c’è uno sciopero dei lavoratori dell’azienda automobilistica statunitense General Motors.

Lo sciopero, iniziato alla mezzanotte di lunedì 16 settembre, coinvolge circa 50mila lavoratori di General Motors iscritti al sindacato United Auto Workers (UAW). Era stato deciso dopo la scadenza del contratto nazionale, lo scorso sabato, e la mancata intesa tra le due parti su un nuovo accordo. Il sindacato aveva chiesto un aumento dei salari, in particolare per i lavoratori al primo impiego, ma le trattative non sono andate a buon fine.

General Motors ha fatto sapere di aver proposto un piano di investimento da 7 miliardi di dollari in otto stabilimenti degli Stati Uniti, che dovrebbe creare 5.400 nuovi posti di lavoro, ma il sindacato ha respinto l’offerta e ha deciso di scioperare. Si stima che lo sciopero possa costare a General Motors circa 50 milioni di dollari di perdite al giorno.

(Bill Pugliano/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.