• Mondo
  • sabato 14 Settembre 2019

L’attrice Felicity Huffman è stata condannata a 14 giorni di carcere per lo scandalo delle tangenti alle università

L’attrice statunitense Felicity Huffman è stata condannata a 14 giorni di carcere per aver pagato una tangente di 15.000 dollari allo scopo di garantire alla figlia Sophia un trattamento favorevole nell’ammissione all’Università di Stanford. La condanna di Huffman comprende anche una multa di 30.000 dollari, 250 ore di servizi alla comunità e un anno di libertà vigilata. Il marito, l’attore William H. Macy, non era invece tra gli imputati.

Huffman è la prima persona coinvolta nello scandalo delle tangenti alle università ad aver ricevuto una condanna. Ha dichiarato di accettare la sentenza senza riserve e di non avere scuse o giustificazioni per le sue azioni. Prima di lei, William Rick Singer, l’uomo ritenuto a capo del sistema di tangenti, accusato di associazione a delinquere, riciclaggio e ostruzione della giustizia, si era dichiarato colpevole lo scorso marzo. Aveva poi collaborato con le indagini accettando di registrare di nascosto le conversazioni con le altre persone coinvolte nel caso. Anche l’attrice Lori Loughlin e il marito, lo stilista Mossimo Giannulli, sono sotto processo.

(Paul Marotta/Getty Images)