• Italia
  • martedì 10 Settembre 2019

La Cassazione ha confermato la condanna dell’ex generale Bruno Stano al risarcimento danni dei familiari delle vittime di Nassiriya

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna dell’ex generale Bruno Stano a risarcire le famiglie delle persone morte nell’attentato di Nassiriya, avvenuto il 12 novembre 2003 in Iraq. Stano era il generale che guidava la missione italiana. Nella strage morirono 19 cittadini italiani (12 carabinieri, 5 militari e due civili) e 9 iracheni, e vennero ferite almeno 140 persone. Stano è accusato di aver «sottovalutato» le avvisaglie di un attacco «puntuale e prossimo» e di non aver preso le adeguate misure per contrastarlo. La Corte ha anche confermato l’assoluzione per l’ex colonnello dei carabinieri Georg Di Pauli, oggi generale e all’epoca responsabile della base Maestrale a Nassiriya.

L’attentato di Nassiriya

(AP Photo/Anja Niedringhaus)