• Italia
  • martedì 3 Settembre 2019

La procura di Ragusa ha indagato il comandante e il capo missione della nave Eleonore della ong Mission Lifeline

La procura di Ragusa ha indagato il comandante e il capo missione della nave Eleonore, operata dalla ong tedesca Mission Lifeline e che ieri aveva forzato il divieto di entrare in acque territoriali italiane attraccando al porto di Pozzallo, in Sicilia, dove aveva fatto sbarcare 104 migranti soccorsi otto giorni prima nel Mediterraneo. L’ipotesi di reato è quella di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La nave è stata sequestrata, e affidata in custodia allo stesso comandante. Tra le persone sbarcate dalla nave, la polizia ha arrestato un 18enne sudanese che si sospetta essere stato lo scafista del gruppo di migranti.

Migranti a bordo di Eleonore, 31 agosto 2019 (Johannes Filous/picture-alliance/dpa/AP Images)