È morto il fumettista Massimo Mattioli

Cofondatore della rivista "Cannibale", era l'autore della serie a fumetti "Pinky", tra le altre cose

Il 23 agosto è morto a Roma il fumettista Massimo Mattioli, cofondatore con Stefano Tamburini della rivista Cannibale nel 1977, autore di Frigidaire e creatore della serie di fumetti per bambini di Pinky, quella sul coniglio rosa che fa il giornalista, pubblicata tra il 1973 e il 2014 sul Giornalino. Mattioli aveva 75 anni. Da tempo non pubblicava più nuovi fumetti, ma di recente la casa editrice Coconino aveva cominciato a ripubblicare i suoi lavori: ad aprile era uscito Squeak the mouse, che raccoglie le storie di un gatto e un topo che si rincorrono per uccidersi a vicenda (come poi anche in Grattachecca & Fichetto, la serie tv al’interno dei Simpson). Questa serie, come la maggior parte dei suoi lavori, era caratterizzata da uno stile che mescolava splatter, umorismo, pornografia e nonsense.

Dettaglio della copertina di "Squeak the mouse" di Massimo Mattioli

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.