• Mondo
  • venerdì 23 agosto 2019

Una ragazza israeliana di 17 anni è stata uccisa da una bomba rudimentale in Cisgiordania, ci sono altri due feriti

Una ragazza israeliana di 17 anni è stata uccisa dall’esplosione di una bomba rudimentale nei pressi della colonia israeliana di Dolev, in Cisgiordania. Ci sono altri due feriti, il padre e il fratello della ragazza. Il quotidiano israeliano Haaretz scrive che i tre stavano facendo un’escursione nella zona. Il gruppo politico-terrorista palestinese Hamas non ha rivendicato l’attacco ma lo ha definito «eroico». Non è ancora chiaro se la bomba fosse stata piazzata in precedenza oppure se sia stata lanciata contro gli escursionisti. Nelle scorse settimane ci sono stati diversi attentati contro civili israeliani in Cisgiordania: secondo alcuni osservatori la tensione fra Israele e i gruppi militanti palestinesi è tornata alta per via della campagna elettorale per le elezioni israeliane, che si terranno il 17 settembre.

(AP Photo/Mahmoud Illean)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.