• Mondo
  • giovedì 15 Agosto 2019

A Philadelphia un uomo ha ferito sei agenti di polizia in una sparatoria prima di essere arrestato

A Philadelphia, negli Stati Uniti, un uomo ha ferito sei agenti di polizia durante una sparatoria ed è stato arrestato con un’operazione che ha coinvolto decine di agenti bloccando un intero quartiere della città. La sparatoria è cominciata intorno alle 16.30 di mercoledì, quando in Italia erano le 22.30: i poliziotti erano impegnati in una perquisizione antidroga in una casa del quartiere Nicetown-Tiago; l’uomo si trovava all’interno dell’edificio e da lì si è messo a sparare sugli agenti. A quel punto è iniziata una trattativa, durata in complesso sette ore, tra l’uomo – che teneva in ostaggio due agenti e altre tre persone – e i poliziotti fuori dalla casa. Le altre persone all’interno della casa erano state arrestate dagli agenti di polizia durante la perquisizione. Nessuno dei feriti è grave: sono tutti già stati dimessi dall’ospedale. L’autore della sparatoria è stato identificato come il 36enne Maurice Hill e ha vari precedenti penali.

Agenti di polizia dopo l'arresto dell'uomo che ha sparato su sei loro colleghi a Philadelphia, il 14 agosto 2019(AP Photo/Matt Rourke)