• Italia
  • mercoledì 14 agosto 2019

Un imprenditore siciliano è morto mentre si trovava in barca in Croazia

Un uomo è morto mentre si trovava in barca in Croazia: si chiamava Eugenio Vinci, aveva 57 anni ed era un imprenditore di Sant’Agata Militello (Messina). Secondo le prime informazioni avrebbe perso i sensi e cadendo avrebbe sbattuto la testa sulla vasca da bagno. Sembra che l’incidente sia stato provocato da una intossicazione, ma non è chiaro di che tipo: due bambini che erano con lui, di cinque e undici anni, sono stati ricoverati in rianimazione all’ospedale di Spalato. Il Corriere della Sera scrive che presentano «gravi sintomi da avvelenamento».

Al momento l’ipotesi più accreditata è che le persone sulla barca abbiano inalato gas di scarico rilasciati dai bocchettoni dell’aria condizionata o dai water. In un primo momento era circolata la notizia che l’intossicazione fosse di origine alimentare. Sulla barca era presente anche l’ex senatore Bruno Mancuso, attuale sindaco di Sant’Agata Militello. Nel frattempo è stata aperta un’inchiesta e sul corpo di Vinci verrà effettuata un’autopsia.

Croazia (CTK via AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.