• Italia
  • domenica 11 agosto 2019

Tre migranti a bordo della nave della ong Open Arms, bloccata da 11 giorni in mare, sono stati portati a Lampedusa per ragioni mediche

Tre migranti che erano a bordo della nave della ong spagnola Open Arms, bloccata da 11 giorni in mare senza un “porto sicuro” dove attraccare, sono stati trasferiti da una motovedetta della Guardia costiera a Lampedusa per ragioni mediche: si sospetta infatti che abbiano contratto la tubercolosi o la polmonite. Tra i tre casi, scrive Repubblica, «si registra quello di un migrante con un tumore al cervello». Intanto la procura di Agrigento ha deciso, di nuovo, di aprire un’inchiesta per reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, come era già successo in altre occasioni in passato. Sulla Open Arms ci sono ancora più di 100 migranti a bordo: per il momento non c’è alcun accordo per il loro sbarco.

(EPA/Quique Garcia)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.